Registrare la voce di dio?

Dovrei aprire una categoria “idiozie”… mi limito a un tag.. ^_^ Ad ogni modo… Mai avuto la voglia di sentire come parla il nucleo del vostro computer? Nulla di più semplice:

cat /boot/vmlinuz-2.6.24-15-rt > /dev/dsp

Ovviamente la versione del vostro vmlinuz può cambiare! ^_^
A questo punto il passo successivo è facile da pensare… registriamola! ^_^ Dopo aver attivato il capture e alzato il volume di cattura nella Regolazione Volume della mia Ubuntu Studio, è bastato lanciare da un altro terminale questo comando.. e mi sono trovato con la voce di dio in un comodo file wav… è interessante come ogni tanto mugoli! ^_^

ffmpeg -f audio_device -i /dev/dsp -ab 128 -f wav voice_of_god.wav

Buon divertimento a registrare qualsiasi file del vostro computer… chissà che voce ha uno dei pdf che uso a lezione! ^_^

P.S. Nel titolo ho scelto di scrivere dio in minuscolo per evitare accuse di blasfemia… NON STO PARLANDO DI UN QUALSIASI DIO DI QUALSIASI RELIGIONE… così stiamo tutti più tranquilli… diciamo che per il computer il proprio kernel è dio!

DAW

And finally… my own DAW! Già, finalmente sono riuscito a mettere su la mia Digital Audio Workstation… sinceramente, grazie ad ubuntustudio, non è stato nemmeno difficile, l’ho installata nel mio vecchio (bhe! non troppo, avrà un anno e mezzo) Macbook Bianco (yang)… Già, dopo un po’ di indecisione su quale hardware usare per la mia DAW, mi sono accorto che il mio nuovo MacBook Nero (yin) era già perfetto e completo per il mio lavoro, fino ad ora usavo i due portatili per lavori diversi, ma ho poi valutato che yin, avendo Parallels Desktop, un buon quantitativo di RAM e un disco da 160GB, mi permetteva tranquillamente di avere un sistema UNIX per le faccende e i lavori (programmazioni, networking…) di tutti i giorni e un windows in emulazione per le programmazioni di Domotica (che purtroppo sono ancora legate a questo OS, con Crossover Office ho ottenuto dei buoni risultati, ma i programmi erano un po’ instabili.. a questo punto ho dovuto ripiegare sull’emulazione!), era perfetto per essere l’unico sistema per il lavoro, a questo punto mi sono trovato con un buonissimo hardware per la mia DAW (delirio, vero? Come sempre cambio il mondo che mi circonda a una velocità spaventosa, sempre in cerca della perfezione… la mia ex mi diceva sempre che non riuscivo mai a stare fermo con i computer, sempre a installarli, reinstallarli, cercare il setup migliore, mai contento… vero… incomprensibile… faccio fatica a tenermi a freno… bhe! Piano piano, però, inizio anche a piacermi, capirmi, accettarmi… e anche qui… che fatica! ^_^).
Ubuntu Studio ha già il kernel real time installato e pure troppe applicazioni audio, su tutte: QJackCTL, Hydrogen, Rosegarden e l’ottimo Ardour, l’unico punto in cui mi sono trovato spaesato è stato come configurare la mia M-Audio Fast Track per l’uso con Jack, ma grazie a Google, il problema l’ho risolto in pochi minuti (e non ho dovuto compilare alsa… mi vedeva già tutto, sia la scheda interna che quella esterna! ^_^).
Ora ho modo di mettere su disco, finalmente, i pezzi che da un po’ mi frullano in testa, sto studiando più a fondo il mio amato basso (insieme alla musica, agli arrangiamenti e alla composizione… piano piano! ^_^), ero stanco di sentirmi un limitato autodidatta e, grazie a Riccardo, inizio a intravedere una luce anche nel mondo, vastissimo, dell’armonia (che fatica! ^_^).

… Pronti per gli I’m not alive? … proprio sicuri? ^_^ Stay tuned… (che botta di banalità! O_O)